Dopo il sequestro il furto, ladri a ‘Riva degli Angeli’

'Riva degli Angeli'

PORTO CESAREO (LE)   –  I sigilli sono stati violati dai ladri che tra il pomeriggio e la serata di ieri si sono introdotti nella struttura ed hanno portato via quanta più merce possibile, quella che sono riusciti a caricare su due carrelli per il trasporto merci trovati all’interno.

Non c’è pace per il villaggio turistico ‘Riva degli Angeli‘ a Porto Cesareo, finito nell’occhio del ciclone dopo il sequestro disposto dal Procuratore Carmen Ruggiero ed eseguito dai Carabinieri di Campi Salentina. 

Il lasso di tempo nel quale i ladri hanno agito è circoscritto a poche ore: tra il pomeriggio e la serata di mercoledì.

La recinzione in metallo che circonda la struttura è stata tagliata. I ladri si sono aperti un varco con delle cesoie e sono entrati, nonostante l’intera struttura fosse sotto sequestro. Erano sicuri quindi di poter agire indisturbati  e così è stato.  Hanno fatto il giro dei locali, delle stanze e degli appartamenti ed hanno portato via due computer dall’interno della reception e di un ufficio, televisori, utensili da cucina. Non  sono andati per il sottile ed hanno portato via anche cibo e bevande.

A dare l’allarme è stato lo stesso proprietario, il Consigliere comunale Giuseppe Durante, tra gli indagati nell’inchiesta sul presunto voto di scambio durante la campagna elettorale che portò all’elezione dell’attuale Amministrazione di Porto Cesareo.

In realtà il Consigliere ha fatto arrivare sul posto i Carabinieri dopo aver notato, dall’esterno della struttura, un’anomalia del gruppo elettrogeno. I militari hanno scoperto il furto insieme a lui.  Il sopralluogo è continuato anche nelle ultime ore con l’ausilio della Squadra Rilievi di Campi salentina. Proprio nei giorni scorsi il PM ha conferito l’incarico all’Architetto Loredana Magurano per accertare il presunto abusivismo edilizio a ‘Riva degli Angeli’, finito sotto sequestro a margine della maxi inchiesta dei Carabinieri sul voto.

Entro 90 giorni la consulenza sarà sulla scrivania del PM, ma ora le indagini dovranno far luce anche su questo misterioso episodio.