Pass auto e questione casa, Perrone bacchetta i suoi

Paolo Perrone

LECCE  –  Dal caos mediatico politico sui pass auto gratuiti al dietrofront sulle regole per l’assegnazione delle case-parcheggio. Maggioranza accerchiata e sotto attacco da parte delle opposizioni. Il Sindaco bacchetta i suoi: “O siamo compatti o il vento dell’anti-politica ci spazza via”.

Il primo cittadino non ammette più passi falsi e pretende compattezza.

Sarebbe questa la linea emersa nel corso della riunione di maggioranza in vista del Consiglio comunale di domani.

Le cronache degli ultimi giorni, dal clamore sui pass auto che ha fatto emergere una maggioranza sgretolata e non unita al dietrofront sul regolamento per l’assegnazione delle case-parcheggio.

Ritirato su pressione delle opposizioni, perchè non risulta coinvolto nella gestione dell’Ufficio Casa alcun rappresentante del Settore Servizi Sociali del Comune. Una maggioranza non omogenea e a volte impreparata che non piace al sindaco. Per questo lui è tornato a ribadire due principi: unità e preparazione.

Unità sul tema dei permessi, da abolire, così come licenziato all’unanimità in Commissione Traffico e maggiore attenzione su un altro tema, quello delle case-parcheggio. Una riunione di richiamo all’ordine in vista del Consiglio di domani e in vista dei tempi duri che spettano al Comune di Lecce.

Un altro punto trattato dal primo cittadino riguarda proprio le casse, sempre più povere, di Palazzo Carafa. Minori trasferimenti dal governo centrale da una parte e la volontà di non aumentare ulteriormente le tasse dall’altra si mal concilierebbero con la capacità di andare avanti.