‘Multiservizi’: sì alla delibera, ma la preoccupazione resta

'Multiservizi' - BR

BRINDISI  –   ‘Multiservizi’, fumata bianca. O grigia. O, chissà, persino nera. Dipende dai punti di vista. Quello giornalistico, vuole il Consiglio comunale di Brindisi approvare all’unanimità la delibera già abbozzata dai Capigruppo sabato mattina, con cui pur andando verso la privatizzazione della società, come previsto dalla nuova normativa, il Consiglio comunale demanda alla stessa società la selezione con bando pubblico dell’advisor, cui spetterà la valutazione finanziaria necessaria per messa sul mercato.

Dal punto di vista politico, più di questo non si può fare.

Il nero, a questo punto, è tutto dei dipendenti e delle 170 famiglie appese al destino della ‘Multiservizi’.

Sin dalle prime ore del mattino, molti lavoratori erano lì, un po’ in segno di protesta, un po’ in segno di speranza. Quella, però, sembrerebbe essere ormai finita da tempo.

A margine restano i dubbi, giustificati, di chi si chiede come potrà mai essere appetibile per un investitore, una società che da anni si ritrova in profonda difficoltà economica, come rese noto lo stesso Sindaco Consales qualche tempo fa.

E così, bianco, grigio, nero. Mille sfumature e chi sente puzza di bruciato, avrà pure ragione.