Emergenza a Bari, rifiuti a Brindisi

Discarica di Autigno

BRINDISI  –   La discarica di Autigno apre le porte ai rifiuti dell’ATO Bari 5. E’ iniziato in mattinata il conferimento dei rifiuti provenienti dai 21 Comuni della fascia sud-barese.

Primo giorno del programma avallato, tramite un’ordinanza, dal Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola nonostante la contrarietà espressa dal Comune di Brindisi.

Autigno è stata scelta per far fronte all’emergenza rifiuti dell’ATO Ba 5, eplosa con il sequestro della discarica di Conversano.

I camion porteranno, quotidianamente dalla provincia di Bari, circa 150 tonnellate di rifiuti da raccolta differenziata, già trattati, quindi a basso contenuto organico. Prima di arrivare a Brindisi, infatti, verranno scaricati nell’impianto di biostabilizzazione di Conversano e lasciati all’aria aperta per perdere massa, volume e soprattutto il cattivo odore. Una parte dei rifiuti finirà negli impianti di CDR, la restante invece sarà inviata a Brindisi.

Il Comune guidato da Consales ha dato la disponibilità al conferimento solo per qualche giorno, preoccupato per la ripercussione dell’emergenza barese sul territorio brindisino. La discarica di Autigno, infatti, è già utilizzata dai Comuni dell’ATO Brindisi 2 e il timore è che a breve possa andare in tilt.

Servono, dunque, controlli periodici per scongiurare situazioni di disagio. Intanto, il Comune di Brindisi è pronto ad impugnare davanti al TAR,  l’ordinanza della Regione Puglia.