Toma: “Pensiamo al Trapani, ci giochiamo la Serie B”

Antonio Toma

LECCE  –   Sarebbe stato troppo anche un pari per il Lecce mandato in campo da Toma contro il Latina nella semifinale di andata di Coppa Italia di Lega Pro. Troppo brutto, lento. Il Tecnico giallorosso ha esagerato nel turn over,ma la partita di campionato di lunedì prossimo contro il Trapani ha una valenza fondamentale nella corsa alla Serie B.

Toma giustifica così il mixaggio con il quale sperava di imbrigliare il Latina, capolista del Girone B di I Divisione; la formazione di Pecchia nel proprio raggruppamento, ha due  punti di vantaggio sull’Avellino, gli stessi che il Lecce ha sul Trapani.

Eppure Pecchia ha saputo presentare una squadra ‘collegata’, al contrario di quella giallorossa che sebbene imbottita di molti giocatori impiegati finora pochissimo e di qualche Berretti, è sembrata particolarmente influenzata e dunque proiettata sul big match di lunedì prossimo.

Tante le novità nella formazione alternativa proposta da Toma: in difesa il giovane Kalombo, classe ’95  – nel 2° tempo spostato in attacco – in regia difensiva registrato il ritorno di Ferrario. A centrocampo spazio a De Rose  – squalificato per il prossimo turno di campionato – e Zappacosta, in ripresa dopo l’infortunio.

In attacco Rosafio, Malcore e Bustamante  – deludenti, mai in partita – e Dramè, ancora non pronto per un posto da titolare. Toma archivia la brutta prova contro il Latina e pensa al Trapani.

Della lunga lista di indisponibili cui ha dovuto far fronte alla vigilia della partita contro l’Entella sono da valutare con attenzione le condizioni di Javier Chevanton.

L’attaccante uruguaiano potrebbe saltare l’importante confronto con il Trapani. Così si profila una nuova conferma di Jeda che a Chiavari contro l’Entella non ha brillato.