Blitz dei Vigili al Circo Orfei, il dossier in Procura

SONY DSC

LECCE   –  Blitz della sezione ambientale della Polizia Municipale al Circo Orfei di Lecce. I controlli, sul profilo igenico sanitario, dello smaltimento dei rifiuti ma anche del trattamento degli animali, vanno avanti da diverse ore.

Intanto, l’Ufficio Annona del Comune di Lecce ha già revocato l’autorizzazione che permetteva al Circo di restare sul piazzale dello Stadio dal 21 febbraio al 4 marzo.

Dopo gli attriti dei giorni scorsi tra la gestione del Circo e l’Assessore all’Ambiente Andrea Giuido, il nuovo atto della guerra che è scoppiata è proprio questo.

E l’Assessore si è recato dal Procuratore Aggiunto Ennio Cillo per parlare della situazione e chiedere l’intervento della Magistratura. Sarà proprio l’Aggiunto a decidere il da farsi al termine degli accertamenti condotti dai Vigili.

Dai rilievi fin qui effettuati si ipotizza che il Circo abbia ottenuto l’autorizzazione del Comune sulla scorta di documentazione che si presume essere fasulla. In particolare si hanno seri dubbi sull’autenticità del contratto di  smaltimento rifiuti che i titolari hanno stipulato con una ditta del posto. I reflui delle roulotte, come si vede dalle immagini, verrebbero gettati direttamente nei tombini comunali. Non solo. Nei cassonetti della raccolta differenziata sarebbe stato rinvenuto lo sterco degli animali. Cosa però smentita dai circensi.

Infine, anche il trattamento degli animali sarebbe al vaglio degli inquirenti.

Gli accertamenti sono in corso. Al termine sarà la Procura a decidere come procedere.