“Tu mi tesseri, io non ti voto”, s’infiamma la protesta degli ultrà leccesi

manifesto

LECCE   –   Approda anche a Lecce la campagna “Tu mi tesseri? E io non ti voto” portata avanti, a livello nazionale, da diverse tifoserie, contro presunte irregolarità sulle norme di sicurezza varate negli stadi.

Anche gli ultrà leccesi hanno voluto dire la loro contro la tessera del tifoso e lo hanno fatto ieri sera con una manifestazione in piazza sant’Oronzo.

Circa 30 persone hanno aderito all’iniziativa.

Volti coperti e striscioni in mano, i ragazzi si sono fermati davanti al Sedile e, dopo aver intonato cori contro le forze di Polizia, hanno bruciato materiale cartaceo. Si presume abbiano dato alle fiamme proprio le tessere elettorali, così come recita lo slogan della campagna.

La manifestazione è durata mezz’ora circa.

La Polizia ha avviato indagini, identificando già una dozzina di persone.

I responsabili potrebbero finire nei guai per manifestazione non preannunciata e per accensione di fuochi in luoghi pubblici.