Nardò celebra S.Gregorio Armeno

Festa patronale di S.Gregorio Armeno a Nardò

NARDO’ (LE)  –   Per tre giorni Nardò ha celebrato il suo Santo Patrono S.Gregorio Armeno. Un culto che ha origini lontane nel tempo e deriva da un rapporto privilegiato da sempre tra l’Armenia e la nostra terra. Un legame profondo che si è rafforzato quando la mano del Santo fermò il flagello del terremoto che la notte del 20 febbraio del 1743 devastò il paese, mietendo molte vittime, per la maggior parte donne e bambini. Da quella notte, Nardò ha sempre venerato San Gregorio, Vescovo dell’Armenia, terra flagellata da terremoti, violenze, repressioni e deportazioni.

Tre giorni di festeggiamenti organizzati dal ‘Comitato Feste’ che anche quest’anno ha stilato un programma ricco di eventi, ma al tempo stesso, sobrio come i tempi richiedono. Convegni, spettacoli, musica, mostre, celebrazioni liturgiche con la processione con il simulacro del Santo accompagnata dal complesso bandistico ‘La Cittadella dei ragazzi’.

Una ricorrenza nel segno della riscoperta delle identità locali, dei valori del vivere civile e cristiano con un impegno sempre nuovo da parte degli organizzatori per stringere i legami con la storia e renderli forti anche per le future generazioni alle quali spetterà rendere sempre piu’ profondo il solco lasciato da San Gregorio nella cittadina salentina.