Samorì e Pagliaro ‘suonano’ la rivoluzione nel Centrodestra

Paolo Pagliaro

LECCE  –   Chiusura della campagna elettorale all’Hotel Tiziano di Lecce per il movimento Moderati In Rivoluzione. Samorì: “Il rinnovamento siamo noi”. Pagliaro: “Il Salento in Parlamento”. MIR chiude la campagna elettorale a Lecce.

Gianpiero Samorì scalda la platea dell’Hotel Tiziano.

La scelta di essere nel Salento nell’ultimo giorno utile prima del silenzio stampa è per accelerare la volata dei candidati alla Camera e Senato nelle liste dei Moderati In Rivoluzione, in particolare Paolo Pagliaro, candidato alla Camera dei Deputati.

“Un uomo libero, proprio come me”, dice Samorì, dandogli appuntamento martedì a Montecitorio.

I Moderati In Rivoluzione hanno l’ambizione di riformare e rinnovare radicalmente il Centrodestra.

“Portare un vento nuovo che scacci via tutto il marcio che c’è ora nei partiti”, dice Samorì.

E alla domanda se per lui essere definito il ‘nuovo’ Berlusconi sia un complimento o un’offesa, risponde così.

Parallelamente un simile percorso è stato intrapreso dal Movimento Regione Salento, oggi federato con i Moderati In Rivoluzione.

Paolo Pagliaro si propone di portare in Parlamento tutte quelle battaglie intraprese dal movimento e che oggi potrebbero essere portate realmente a compimento.

Dall’ambiente al rilancio economico del Salento, un territorio oggi al collasso. E allora la colpa è da ricercare soprattutto in questa classe dirigente, incalza Pagliaro, che lancia anche un appello: “Votate MIR”.