‘Vision 2000’, ultime battute del processo

REGIONE PUGLIA

LECCE  –   Si è chiusa l’istruttoria dibattimentale nel processo sulla presunta truffa che  la ‘Vision 2000’ di Lecce, l’azienda che si occupa della formazione professionale, avrebbe realizzato ai danni della Regione Puglia.

LECCE  –   Si aprirà il 28 marzo prossimo la requisitoria del PM Imerio Tramis – oggi ai Minori –  secondo il quale l’azienda non avrebbe avuto i requisiti necessari per  accedere ai finanziamenti regionali, previsti dal bando ‘Bollenti spiriti’, in favore di 96 studenti per un ammontare complessivo di circa 8 milioni di euro, somma della quale è stata erogata solo una prima tranche.

Master universitari seguiti da stage che l’accusa sostiene non si siano mai svolti e che fecero finire in manette i vertici della società, l’ex Amministratore Delegato Gianluca Russo, l’allora Direttore generale Alessandro Assiro ed il collaboratore Luigino Rizzello, tornati tutti a piede libero.

La Regione si è costituita parte civile con l’Avvocato Giovanni Castoro.