Fioraio ambulante sfrattato minaccia di darsi fuoco

113

LECCE  –   Ha minacciato di darsi fuoco, cospargendosi volto e corpo con liquido infiammabile. Il gesto, fortunatamente, non ha avuto seguito grazie al tempestivo intervento delle Volanti, giunte in via Bari, a Lecce, dove si stava per consumare la tragedia.

Tutto per lo sgombero della sua bancarella di fiori che, nel tempo, si sarebbe allargata, occupando abusivamente più suolo pubblico di quanto concesso.

La sua attività era già stata posta sotto sequestro un mese fa, ma nonostante questo, l’ambulante avrebbe lavorato ugualmente.

Quando sono arrivati gli agenti della polizia municipale per notificare il provvedimento di sgombero, il commerciante ha protestando in maniera piuttosto violenta.

Alla fine tutto si è risolto senza conseguenze per l’uomo, riportato alla ragione dagli agenti.