Sanremo Giovani incorona ‘re’ Antonio

Quarta serata del 63esimo Festival di Sanremo

SQUINZANO (LE)  –   L’annuncio della vittoria, per voce del Presidente della giuria di qualità, Nicola Piovani, è arrivato abbondantemente dopo la mezzanotte. Le lacrime di Antonio si sono fuse con quelle della mamma, Antonietta, che dalla platea non smetteva di applaudire e mandare baci a quel figlio pieno di talento.

Cronaca di una vittoria annunciata, quella di Antonio Maggio che col suo ‘Mi servirebbe sapere’ ha vinto Sanremo Giovani 2013.

Il motivetto, assolutamente originale, orecchiabile e dal ritmo contagioso, è ormai sulla bocca di tutti.

Va sottolineato poi, che la performance di Antonio ha regalato momenti di puro spettacolo: dall’abbigliamento alla mimica, dal duetto con il suo Direttore d’orchestra, Massimo Morini, il tutto illuminato da uno splendido sorriso.

Emozionato e forse ancora un po’ incredulo, ha intonato il brano da vincitore, fra gli applausi del pubblico dell’Ariston’.

E mentre in riviera la concretizza la carriera o meglio, il successo di questo giovane talento, già passato per X Factor’ con l’ex gruppo degli ‘Aram Quartet’, nella sua città natale, Squinzano, i concittadini lo attendono con trepidazione.

Uno in particolare. Lo zio Sandro, che stringe fra le mani la locandina del ‘Quotidiano’ con titolo e foto dell’adorato nipote.

L’orgoglio è di tutti. Giovani e meno giovani sono d’accordo sulle doti di Antonio Maggio, numero uno all’‘Ariston’ e numero uno nella vita.

“E’ un ragazzo semplice, umile – dicono –  che dopo tanti sacrifici può finalmente spiccare il volo”.