Pestati a sangue in strada, è mistero

ospedale 'V.Fazzi'

LECCE  –  Due misteriose aggressioni, due giovani pestati a sangue e finiti in ospedale in circostanze tutte da chiarire e ora al vaglio degli investigatori. I due ragazzi, uno in tarda serata, l’altro nella notte poco prima dell’una, sono arrivati nel ‘Vito Fazzi’ di Lecce con delle evidenti ferite al volto.

Due episodi diversi ma simili e due ragazzi che hanno raccontato di essere stati aggrediti da persone sconosciute.

Ha 20 anni il giovane ricoverato dopo un primo passaggio dal ‘Vito Fazzi’ nell’ospedale di Brindisi. Ha una prognosi di 30 giorni.

Il 20enne, residente a Pisignano, frazione di Vernole, ha raccontato di essere stato picchiato a sangue per strada, dopo un litigio con un automobilista.

L’aggressione sarebbe avvenuta a Lizzanello. Il tutto sarebbe stato causato da un litigio poi degenerato. L’automobilista sarebbe sceso ad avrebbe picchiato a sangue il ragazzo per poi fuggire.

Sono ancora tutte da chiarire  e per questo sono al lavoro i Carabinieri , le circostanze durante le quali è rimasto ferito invece il 32enne di Vernole arrivato al ‘Fazzi‘ con il volto distrutto. Ha raccontato, anche lui di essere stato picchiato da uno sconosciuto. Per lui la prognosi è di 20 giorni. I Carabinieri stanno cercando di ricostruire l’accaduto.