Falsi incidenti, 221 indagati a Brindisi

tribunale

BRINDISI  –   Per una serie di truffe compiute simulando incidenti stradali è stato notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari a 221 persone indagate in una maxi inchiesta condotta dal Procuratore Aggiunto di Brindisi, Nicolangelo Ghizzardi, e dal Sostituto Procuratore Milto Stefano De Nozza.

Nel fascicolo figurano anche i nomi di due medici e tre avvocati.

Delle 221 persone coinvolte, 108 hanno preso parte all’incidente probatorio che si è svolto davanti al GIP Valerio Fracassi tra luglio e ottobre 2012, consistito nell’audizione di due indagati che hanno ammesso gli addebiti.

La gran parte delle 221 persone coinvolte avrebbe fatto parte, a vario titolo, di una associazione per delinquere che avrebbe truffato le assicurazioni.

Tra i presunti capi e promotori c’è anche uno dei legali indagati. Secondo l’accusa, i presunti promotori avrebbero organizzato e gestito, nel 2009 e 2010, numerosi incidenti ottenendo per sè e per altri gli indennizzi assicurativi.

Per tre indagati la Procura di Brindisi ha chiesto al GIP l’archiviazione.