‘Giustizia privata’: rapinatori bloccati dalle vittime e arrestati

SONY DSC

LECCE  –  Hanno fatto irruzione in tabaccheria – quella su via Taranto a Borgo Pace, Lecce – con i volti coperti dalle calzamaglie. Uno di loro era armato di pistola. Hanno minacciato il titolare e i clienti per farsi consegnare il denaro, ma evidentemente qualcuno ha capito che l’arma era in realtà una scacciacani e allora hanno reagito.

C’è stata una colluttazione con il rapinatore armato, mentre l’altro si è dato alla fuga, precipitandosi in strada per raggiungere l’auto usata per il colpo, una Renault Twingo color oro, parcheggiata poco distante, in via Scardia. Ma non è andata bene neanche a lui, bloccato prontamente da un robusto passante, che lo ha immobilizzato fino all’arrivo delle forze dell’ordine.

Carabinieri e Polizia sono arrivati sul posto ed è stato necessario anche l’intervento di un’autoambulanza per soccorrere i feriti all’interno della tabaccheria e trasportare in ospedale il bandito. Ecco le immagini dell’arresto, eseguito dai Carabinieri di uno dei due rapinatori.

Scene di ‘giustizia privata’, in cui la gente ha fatto scudo contro i criminali e li ha consegnati alla giustizia.

Un rischio, certo, perchè i banditi erano armati. I presenti hanno reagito solo perchè sicuri di non essere in pericolo di vita, dopo essersi accorti che la pistola era giocattolo.