Un amore on air, il mondo celebra la radio

Radio

LECCE  –  Sulle sue onde, da oltre un secolo, viaggiano le comunicazioni da un punto all’altro del mondo. Ed il Segretario Generale delle Nazioni Unite, insieme all’UNESCO, ha scelto il 13 febbraio per celebrare la Radio. Chi ne è appassionato coltiva dentro un amore romantico ed oggi vuole tramandarlo ai ragazzi.

Anche Lecce ha voluto fare la sua parte: la locale sezione dell’ARI Associazione Radioamatori Italiani – ha promosso un incontro con gli studenti nella sede in via Bari.

Videoproiezioni, dibattiti, l’esposizione delle cartoline  QSL, arrivate dal Ggiappone, dall’America e dal resto d’Europa. Quelle che i radioamatori si scambiano a comunicazione avvenuta, quando si mettono in contatto. Questa è quella della sezione di Lecce dell’ARI per il ‘World Radio Day’, con il suo nominativo IQ7AF.

E poi ci sono gli studenti della scuola ‘Lupiae Comix’, che hanno creato sul momento delle illustrazioni come omaggio al mondo della radio.

Una giornata per scoprire qualcosa in più e per insegnare ai più giovani che, nell’era di internet, le comunicazioni on line non offuscano affatto il valore della radio che resta fondamentale.

Commenti

  1. Icilio scrive:

    L’Associazione Radioamatori Italiani ARI ha compiuto 85 anni di storia ed è stata riconosciuta con un Decreto del Presidente della Repubblica del 1950 come Ente Morale. Essere Radioamatori vuol dire aver superato un esame di Stato ed aver ottenuto le autorizzazioni necessarie ad installare una stazione Radio, ma essere Radioamatori dell’ARI vuol dire soprattutto essere orgogliosi di appartenere ad un sodalizio che rappresenta i Radioamatori Italiani nel mondo. La Sezione di Lecce rimane a disposizione di quanti fossero interessati al conseguimento della Patente di Radioamatore, per informazioni telefonare allo 0832 1830209 o visitare i nostri siti internet.

  2. antonio centonze iz7unu scrive:

    complimenti è stato bello vedervi su telerama grazie ari lecce