TAP termina i sondaggi in mare: “Il 18 tutte le navi via da S.Foca”

nave a S.Foca

S.FOCA (LE)  –   Entro una settimana tutte le navi di TAP andranno via dal mare di San Foca. Dopo le proteste delle ultime settimane, specie dei pescatori di Melendugno e dopo l’allarme delle scorse ore del comitato ambientalista sull’invasione delle barche al servizio della multinazionale del gas, la Trans Adriatic Pipeline annuncia che la prima fase dei sondaggi, iniziata a dicembre 2012, è stata completata.

A esaminare il fondale erano state la nave ‘Geosund’ e, negli ultimi quattro giorni, la ‘Bucentaur’: quest’ultima ha raccolto campioni di fondale, sempre al fine di accumulare documentazione utile alla Valutazione d’Impatto Ambientale del gasdotto progettato da TAP per portare il combustibile dai giacimenti dell’Azerbaijan in Europa.

La terza e ultima parte dei sondaggi off-shore comincerà domani – annuncia ancora TAP – con l’imbarcazione ‘Odin Finder’, che posizionerà sul fondo del mare gli strumenti tecnici per misurare correnti e onde.

Tutte le imbarcazioni adibite ai sondaggi lasceranno le acque italiane entro il 18 febbraio 2013, con dieci giorni di anticipo rispetto a quanto pianificato, afferma TAP, che specifica che i sondaggi sono condotti con il permesso delle autorità competenti.