Ladri in ferramenta, un arresto in flagranza

QuattroStelle

BRINDISI  –  Insieme ad alcuni complici, in pieno centro, è stato sorpreso da una pattuglia della Sezione Volanti, mentre cercavano di forzare la saracinesca di ingresso di una ferramenta. Ma, a differenza dei complici, è stato bloccato durante la fuga, finendo in manette.

Furto sventato e un arresto.

Questo il bilancio dell’intervento provvidenziale degli agenti della Questura di Brindisi coordinati dal Dirigente Alberto D’Alessandro che, intorno alle 2, ha individuato un gruppo di giovani intenti a divellere la saracinesca della ‘Officine Napolitano’, rivendita di infissi in legno e alluminio sita in pieno centro, in via Nicolò Taccone.

Alla vista degli agenti, i ragazzini hanno tentato una fuga disperata per le vie della città. Disperata e inutile per il 26enne brindisino Salvatore  D’Agostino, incapace di sfuggire alla prontezza di un poliziotto che, con agilità, è riuscito ad afferrare, atterrare ed ammanettare il  ragazzo.

Che, incensurato, dopo le formalità di rito in Questura, è stato condotto nel vicino carcere di via Appia. A disposizione del PM di turno, D’Agostino dovrà ora rispondere delle accuse di furto aggravato, danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale. E non è escluso che, a stretto giro, i poliziotti riescano ad individuare anche gli altri membri della banda, si suppone tutti giovanissimi.

A margine, oltre a segnalare l’attenzione mostrata dalla Questura nelle attività di controllo nelle zone calde della città, anche la commozione e la riconoscenza mostrata dal proprietario dell’esercizio che, allertato dalla Polizia nei minuti successivi ai fatti, si è precipitato sul posto con le lacrime agli occhi. In caso di colpo riuscito, il danno economico sarebbe stato davvero ingente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*