Affonda con la barca, mitilicoltore vivo per miracolo

squadra nautica Polizia di Stato

TARANTO  –   Se l’è vista davvero brutta un mitilicoltore tarantino, vivo per miracolo. L’uomo 30enne è uscito in barca come ogni mattina quando, qualcosa è andato storto e l’imbarcazione ha iniziato a prendere acqua. Siamo nello specchio d’acqua antistante la Lega Navale, non molto distante dalla base navale della Marina Militare in zona ‘San Vito’.

Il piccolo natante, con a bordo il 30enne, socio di una cooperativa di mitilicoltori, è stato improvvisamente investito da una enorme onda provocata probabilmente  da qualche grossa imbarcazione passata nei suoi paraggi. Il mezzo ha iniziato così ad imbarcare una notevole quantità d’acqua.

Stava già andando a fondo quando sono arrivati i soccorsi. Nei pressi del ponte girevole, gli agenti della squadra nautica della Polizia di Stato, hanno ricevuto l’allarme dalla sala operativa del 113. Da qui la corsa in mare per raggiungere e soccorrere lo sfortunato mitilicoltore, ormai in evidente stato di confusione e già con avanzati sintomi di ipotermia.

L’uomo ha rischiato di annegare, immobilizzato dal freddo per l’acqua gelida. Raggiunto dagli agenti appena in tempo è stato messo in salvo. I poliziotti hanno fatto salire a bordo sul loro mezzo il mitilicoltore e trascinato la sua imbarcazione verso la scogliera.

Dopo lo hanno  rifocillato e riscaldato, chiamato il 118, e una volta accertate le condizioni i salute, lo hanno riportato a casa dai familiari. Si è chiusa così la terribile avventura per il mitilicoltore. E la tragedia per fortuna è stata soltanto sfiorata.