Merla ritardataria, in arrivo freddo e neve

La merla, quest’anno, ha deciso di fare capolino in ritardo. Brindisi e l’intero Salento, stretti dalla morsa del gelo, si preparano a vivere i giorni più freddi dell’anno. Perchè, se finora l’inverno si è dato latitante, nel fine settimana sarà il caso di coprirsi con cappotti, guanti e sciarpe. L’aria fredda, che arriva dal Circolo Polare Artico,   potrebbe portare persino qualche fiocco di neve sui colli di Ostuni e su Cisternino, imbiancando paesaggi da cartolina.

Basta dare un’occhiata alla previsioni del tempo che, per la giornata di sabato indicano temperature in picchiata, che toccano lo zero e che in alcuni casi vanno persino al di sotto, fino a -3°.

Intanto, il maltempo nelle zone pianeggianti si è fatto già vivo con piogge intense: nella mattinata, il capoluogo brindisino, e non solo, è stato interessato da un forte acquazzone.

Proprio nelle scorse ore, infatti, la Protezione Civile ha diramato un bollettino sottolineando che tra venerdì e sabato sono  previste precipitazioni, da isolate a sparse anche a carattere di rovescio o temporale.

In allerta anche la Capitaneria di Porto di Brindisi che, su segnalazione della Regione Puglia, ha predisposto il protocollo legato al rischio idrogeologico che scaturisce dalle abbondanti precipitazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*