Merla ritardataria, in arrivo freddo e neve

nevicata

La merla, quest’anno, ha deciso di fare capolino in ritardo. Brindisi e l’intero Salento, stretti dalla morsa del gelo, si preparano a vivere i giorni più freddi dell’anno. Perchè, se finora l’inverno si è dato latitante, nel fine settimana sarà il caso di coprirsi con cappotti, guanti e sciarpe. L’aria fredda, che arriva dal Circolo Polare Artico,   potrebbe portare persino qualche fiocco di neve sui colli di Ostuni e su Cisternino, imbiancando paesaggi da cartolina.

Basta dare un’occhiata alla previsioni del tempo che, per la giornata di sabato indicano temperature in picchiata, che toccano lo zero e che in alcuni casi vanno persino al di sotto, fino a -3°.

Intanto, il maltempo nelle zone pianeggianti si è fatto già vivo con piogge intense: nella mattinata, il capoluogo brindisino, e non solo, è stato interessato da un forte acquazzone.

Proprio nelle scorse ore, infatti, la Protezione Civile ha diramato un bollettino sottolineando che tra venerdì e sabato sono  previste precipitazioni, da isolate a sparse anche a carattere di rovescio o temporale.

In allerta anche la Capitaneria di Porto di Brindisi che, su segnalazione della Regione Puglia, ha predisposto il protocollo legato al rischio idrogeologico che scaturisce dalle abbondanti precipitazioni.