Abusi sui bambini allo stadio: arrestato anziano di Nardò

Stadio 'Giovanni Paolo II' -Nardò

NARDO’ (LE)  –   Avrebbe approfittato dell’innocenza di due ragazzini di soli 10 e 12 anni, rubando loro la purezza e la spensieratezza. Con un gioco perverso e quasi sistematico, li avrebbe indotti a fare giochi proibiti appartandosi sugli spalti del campo sportivo di Nardò, durante alcune partite di calcio.

76 anni, un passato ineccepibile, insomma una persona al di sopra di ogni sospetto, eppure i suoi atteggiamenti o meglio, le attenzioni riservate ai due ragazzini, non sono sfuggite ai Carabinieri impegnati nel servizio d’ordine sulle gradinate del campo sportivo durante gli incontri di calcio.

Un’attenta osservazione da parte dei militari è stata sufficiente per venire a capo di uno spaccato di vita reale tanto incredibile quanto squallido.

Il primo episodio sospetto risale allo scorso novembre.

L’uomo avrebbe potuto essere scambiato tranquillamente per un nonno che, con i suoi nipotini, seguiva la squadra del cuore. Ma dopo essersi appartato in un angolo della struttura sportiva, con tentativi goffi per camuffare palpatine e altro, i Carabinieri della Stazione di Nardò hanno avviato, con i colleghi della Compagnia di Gallipoli, ulteriori appostamenti e indagini.

Alcune scene incriminate sono state anche immortalate da un sistema-video appositamente installato per monitorare quanto accadeva.

Non solo le immagini. A confermare i loro sospetti anche l’esito dell’ascolto protetto dei piccoli coinvolti.

Le loro dichiarazioni, raccolte non senza difficoltà agli inquirenti, hanno inchiodato il pensionato che è stato arrestato per violenza sessuale continuata e aggravata.

L’uomo ora è ai domiciliari.

Le indagini proseguono per verificare altri episodi simili ed il coinvolgimento di altri minori, in altre circostanze.