Violenza sessuale, arrestato dipendente comunale di Surbo

violenza

SURBO (LE)  –  Ha raggiunto in casa una sua conoscente, l’ha aggredita e ha tentato un approccio sessuale nonostante il  rifiuto della donna che si è vista costretta a chiamare i Carabinieri. E i militari, nel tardo pomeriggio, lo hanno trovato proprio lì, in casa della donna, arrestandolo con l’accusa di tentata violenza sessuale.

In manette è finito Giuseppe Della Patria, 50 anni, insospettabile dipendente  del Comune di Surbo.

L’ arresto quindi è avvenuto in flagranza di reato. L’uomo sarebbe stato colto da un raptus di follia ed avrebbe tentato di violentare la donna, nonostante questa avesse con forza tentato  di rifiutare le sue avance e di divincolarsi.

Il tutto è avvenuto mercoledì pomeriggio proprio in casa della vittima, anche lei di Surbo, che il 50enne ha  raggiunto e dove è entrato senza problemi. Poi la situazione è precipitata.

 La notizia in breve tempo ha fatto il giro del paese. Il dipendente comunale, impiegato presso l’Ufficio Tributi, è conosciuto da tutti. Anche il Sindaco, Daniele Capone, ha appreso la notizia in mattinata. “Cado dalle nuvole – ha detto  – e stento a crederci”.