Rissa in famiglia, 10 parenti a processo

Tribunale Gallipoli

GALATONE (LE)  –  In 10 sono finiti sotto processo per una violenta rissa esplosa in famiglia. L’udienza preliminare si è svolta nelle scorse ore davanti al Giudice Carlo Cazzella. I fatti si sono verificati il 27 settembre del 2011, in via Savoia, a Galatone sulla strada per Nardò, dove risiede l’anziano padre dei tre nuclei familiari finiti alle mani, riferibili a tre fratelli: Antonio, Maria Giovanna e Luigi Dandolo.

I tre fratelli si alternavano nella cura del padre. Tale forma di compartecipazione, all’inizio pacifica, con il passar del tempo, avrebbe creato forti contrasti e dissapori, generando un clima di tensione sfociato presto in grossi litigi e animate discussioni.

La situazione è poi degenerata durante l’incontro avvenuto nel settembre di due anni fa in casa dell’anziano, con tanto di coniugi e figli al seguito. La violenta rissa non si sarebbe placata neppure con l’intervento dei Carabinieri, tanto da rendere necessario l’intervento di rinforzi. Alcuni degli stessi imputati sono finiti anche in ospedale per curare le numerose lesioni e ferite.

Su richiesta del PM Giovanni De Palma, sono stati rinviati a giudizio, con l’accusa di rissa aggravata: Luigi Dandolo, 59 anni, Maria Grazia Rizzo, di 53, Fabio Dandolo, 20 anni, Serena Dandolo, di 28, Antonio Dandolo, 61, Maria Misciali, di 58, Andrea Dandolo, 23enne, Emanuela Dandolo, di 34, Maria Giovanna Dandolo, di 57 e Paolo Urso, di 33, tutti residenti a Galatone.

E’ stato, invece, prosciolto Ivano Sanzio di 26 anni.

Per tutti gli atti sono stati tramessi nuovamente alla Procura, perchè l’ipotesi di minacce e ingiurie sarebbero di competenza del Giudice di Pace.

Il processo si svolgerà davanti al Tribunale Monocratico di Gallipoli.

Gli imputati sono difesi dagli Avvocati Marco Rizzo, Antonio Palumbo e Luigi Rella.