Fa la comparsa in un film e rischia di perdere la pensione

locandina film

BRINDISI  –   Una storia incredibile arriva da Brindisi. Un esodato 60enne del posto rischia di perdere il diritto alla pensione per aver fatto da comparsa in un film con Tony Servillo. Per la particina nella pellicola, girata a Brindisi due anni fa, dal titolo ‘E’ stato il figlio’, Ennio D’Alessio ebbe un compenso pari a 152 €.

In quell’occasione fu assunto a tempo determinato, dal 14.7.2011 al 15.7.2011. Per via di tale assunzione,  è stata rigettata la domanda presentata alla Direzione Provinciale del Lavoro per ottenere i benefici che gli spettavano per aver scelto di lasciare il lavoro con 30 mesi di anticipo e secondo i quali al 61° anno di età, con apposita istanza, avrebbe iniziato a percepire la pensione.

La Faro Film’, come si legge nella lettera firmata dal suo Avvocato, Giacomo Greco, e indirizzata alla Direzione Territoriale del Lavoro di Brindisi che con una nota del 1° dicembre 2012 ha rigettato la domanda dell’aspirante pensionato, ha poi emesso un CUD per l’anno 2012, contestualmente al versamento di un assegno con importo 152 €.

Il diritto pensionistico secondo il legale non può venir meno per prestazioni lavorative che non raggiungano almeno i 6 mesi di occupazione e non ha superato i 7.500 € di reddito annuo.