Evasione per 12 milioni e lavoro nero, 13 denunce

Guardia di Finanza

TARANTO  –   12 milioni di euro di evasione fiscale. Emissione di fatture false. Impiego di lavoratori in nero. Ecco come si è cacciata nei guai un’impresa di fabbricazione di porte, finestre e cancelli metallici che ha sede nella città vecchia di Taranto. Ecco perchè in 13 hanno rimediato una denuncia.

La scoperta è degli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Taranto, al comando di Giuseppe Micelli.

Ed è il risultato di una complessa verifica fiscale nei confronti della azienda. Nessuna scrittura contabile è stata trovata, nel particolare, in riferimento agli anni dal 2006 al 2012.

Infatti, pur certificando con documenti fiscali i corrispettivi delle vendite e delle prestazioni, l’azienda non ha certificato il giro d’affari, nè presentato le dichiarazioni annuali, previste dalla legge.

L’attività della ditta è stata ricostruita anche grazie alla collaborazione con clienti e fornitori dell’impresa. E attraverso controlli incrociati di dati, raccolti anche tramite questionario.

Il tutto ha permesso così di scoprire che l’imprenditore non ha pagato le tasse per circa 9 milioni di euro, ha evaso l ‘ IVA per oltre 3 milioni di euro ed omesso di versare ritenute per circa 15.000 euro.

Non solo. Il titolare della ditta ha emesso fatture per operazioni del tutto inesistenti per circa 11 milioni di euro. Non è ancora finita. Nell’impresa, 4 dipendenti erano in nero. 13 le persone denunciate per aver violato la nuova normativa sulle imposte.