Sanitopoli: Tedesco e altri 18 rinviati a giudizio

tedesco

BARI  –  Sanitopoli pugliese, l’ex Assessore regionale Alberto Tedesco e altri 18, tra cui l’ex Direttore generale della ASL di Bari Lea Cosentino sono stati rinviati a giudizio. L‘accusa è di far parte della presunta ‘cupola’ che tra il 2005 e il 2009 avrebbe gestito la sanità pugliese e fatto parte di ”una rete che era in grado di controllare forniture e gare di appalto che venivano illecitamente pilotate verso imprese facenti capo ad imprenditori collegati da interessi familiari e economici con i referenti politici e che erano in grado di controllare rilevanti pacchetti di voti elettorali da dirottare verso Tedesco in occasione delle competizioni elettorali”.

Tedesco si dimise dalla giunta Vendola nel febbraio 2009.

Nel giugno 2011, dopo le richieste di arresto, passa dal gruppo PD al gruppo Misto.

Il processo comincerà il 6 maggio davanti ai giudici della I Sezione Collegiale del Tribunale di Bari.

Commenti

  1. ORONZO MICELLI scrive:

    VENDOLA L’IMMACOLATO NON POTEVA NON SAPERE. GLI CONVERREBBE ANDARE DAL MAGISTRATO PER CONFERIRE CIO’ CHE SA DI QUESTO SCANDALO.UN PADRE DI FAMIGLIA, SA COSA ACCADE IN CASA SUA.CERTO LUI NON SA COSA VUOL DIRE FAMIGLIA E QUANTA SOFFERENZA E UMILIAZIONE HANNO SOPPORTATO I PUGLIESI CON UNA SANITA’ ALLO SBANDO (VEDI OSPEDALE PERRINO DI BRINDISI).CREDO CHE L’OPERAZIONE TEDESCO PER ENTRARE IN PARLAMENTO ED AVERE L’IMMUNITA, LA CONOSCESSE BENE IL SIG. VENDOLA,CHE NON SI VESTE PIU’ CON L’ESKIMO,MA INDOSSA ABITI DI BUONA FATTURA. DEL COMPAGNO SONO RIMASTE SOLO LE BRICIOLE,ANZI A NOI LE BRICIOLE A LUI IL CASHMIRE.LUSI IN GALERA,TEDESCO FUORI.COMPLIMENTI E VI AUGURO CHE IL TEMPO CHE VIE’ RIMASTO DA VIVERE…TANTO VI AUGURO, NON LO SPRECHIATE COSI’. SINO A CONDANNA ,SIETE INNOCENTI…….