Anziano muore sotto un treno, ipotesi suicidio shock

Stazione ferroviaria di Squinzano

SQUINZANO (LE) –   Sono bastati pochi minuti, perchè all’ingresso della Stazione ferroviaria di Squinzano, poco prima delle 17, si consumasse una tragedia. Un uomo, per cause tutte da chiarire, è finito sui binari proprio nel momento in cui arrivava il treno ‘Freccia Bianca’ partito da Milano e diretto a Lecce, dove non è mai arrivato.

Sembra, ma questo è tutto da accertare, che l’uomo abbia programmato il drammatico gesto attendendo l’arrivo del treno accovacciato sui binari con le spalle al convoglio, aspettando il suo arrivo.

Un’azione talmente fulminea da impedire al macchinista di frenare e di evitare l’impatto. La vittima è stata travolta e trascinata per alcuni metri. È morto sul colpo, e i soccorsi arrivati poco dopo, sono stati inutili.

Ai soccorritori del 118 non è rimasto altro da fare che coprire il corpo con un lenzuolo in attesa delle forze dell’ordine, la Polfer e i Carabinieri di Campi Salentina che ora conducono le indagini.

Difficoltoso identificare l’uomo. Con sè non aveva documenti e le ferite sul volto hanno impedito di riconoscerne i tratti somatici.

Il convoglio è rimasto fermo nella Stazione di Squinzano. I passeggeri sono stati fatti scendere e portati a Lecce su un pullman.

I Carabinieri sono al lavoro per capire se si sia trattato effettivamente di un suicidio o se l’uomo sia stato colto da un malore e sia poi caduto sui binari.  

Foto di  Stefano De Tommasi