I pazienti difendono IMID: “Garantiamo noi la qualità”

Centro IMID

CAMPI SALENTINA (LE)  –  E’ il giorno delle risposte e della difesa a spada tratta alle accuse mosse dal Presidente dell’Ordine dei Medici Luigi Pepe. Nel Centro IMID di Campi Salentina, sono i pazienti a tenere in mano le redini del discorso, più di istituzioni e politica. Perchè – è stato detto più volte – “sono i pazienti a certificare la qualità di questa unità di cura”, sulla cui credibilità pesano come macigni le due contestazioni fatte da Pepe, quella cioè di occuparsi di Uranio impoverito e Pemfigo senza avere comprovata esperienza se non quella di essere una struttura insicura, perchè allocata all’interno di un ospedale dismesso.

“Se ha il consenso dei pazienti, il Dottor Mauro Minelli ha anche l’appoggio dell’azienda e della Regione”. A rispedire al mittente le accuse inizia a farlo il Direttore generale della ASL, Valdo Mellone, che entra nel merito.

“I ricoveri sono sicuri”, ribadisce. “E – aggiunge – l’attacco è stato volgare”. Si preparano, dunque, le carte bollate.

A scendere in campo è anche il sindacato dei medici SUMAI, presente con il portavoce Antonio Chiodo, che dice: “Pepe non può parlare in  nome e per conto di tutti i medici, a noi nessuno ha chiesto il parere che di certo è molto diverso da quello da lui espresso”.

E’ un Minelli evidentemente scosso quello che prende la parola. “Siamo qui da 6 anni, le delibere della Regione sono del 2011. Perchè questo attacco ora? E per chi? – chiede – sono stato sbattuto sui giornali come se fossi un criminale. E perchè? Per aver fatto il mio lavoro? “.

Si entra, anche qui, nel merito della seconda accusa, quella relativa all’aver millantato competenze sull’Uranio. “La Regione ha riconosciuto IMID come centro di riferimento dopo che abbiamo compilato schede inviate in tutte le strutture della Puglia”.

Infine, il personale medico e paramedico: “Pepe ci ha tolto la dignità – dicono -. Ma noi vediamo che qui arrivano persone che non riescono neppure a camminare e se ne vanno con le proprie gambe. Che cos’è questa? Magia o medicina?”.

Commenti

  1. massimo marra scrive:

    A partire dalla giornata di ieri le tv locali hanno dato ampio risalto alla ingiustificata sospensione dei ricoveri presso il centro IMID di Campi Salentina (Le). Il centro IMID (Malattie Infiammatorie Immuno-Mediate) è un importante centro di riferimento oramai divenuto di importanza nazionale per la presa in carico dei pazienti affetti da immunopatie. Tanto è vero che numerosi pazienti, cosa molto rara per il sistema sanitario pugliese, provengono da altre ragioni.

    I pazienti di CIDP, patologia infiammatoria cronica demlienizzante sono vicini a tutti i pazienti e alle loro famiglie in cura presso il centro IMID.

    I pazienti di CIDP rivendicano ancora una volta la necessità di investimenti in ricerca su queste malattie dalle cause sconosciute e per questo sotto-diagnosticate e molto spesso mal curate. E quando le cure ci sono, a causa dei costi elevati, sono molto spesse negate o ritardate nella loro somministrazione.