Elezioni romane, scosse a Palazzo Carafa

Palazzo Carafa

LECCE  –  Sarà un febbraio caldo a Palazzo Carafa. A tuonare contro il gruppo del Consigliere regionale Saverio Congedo, è un ex, il Consigliere comunale Giuseppe Ripa che commenta la scelta di Signore di appoggiare, contro corrente rispetto alle indicazioni di Congedo, ‘Fratelli d’Italia’: “Il tempo e i fatti mi hanno dato ragione, purtroppo. Non esiste più un gruppo. Dopo l’esperienza de ‘La città’, non c’è stato più alcun progetto politico, a Lecce come in campo nazionale. L’ex AN è polverizzata”, dice. “Si vive un momento di sbandamento generale per tutti. Pierpaolo Signore 2 mesi fa faceva campagna elettorale per Mario Monti, poiché seguiva Mantovano. Poi lui ha abbandonato la politica e ora sta cercando di costruire un gruppo attorno a ‘Fratelli d’Italia’. Questa –  incalza Ripa – è la conferma del mio ragionamento politico che riguarda un po’ tutti i partiti”.

Il cortocircuito all’interno del gruppo di Saverio Congedo a Palazzo Carafa, potrebbe sortire degli effetti sulla giunta di Paolo Perrone. Una frangia interna alla maggioranza, i cosiddetti scontenti, potrebbero chiedere la testa dell’Assessore, nominato a giugno in ‘quota Mantovano’, Gigi Coclite.

All’epoca quando un gruppo, seppur in numeri diversi rispetto alla precedente consiliatura, ancora esisteva. Per Giuseppe Ripa: “Questa è una considerazione sugli equilibri politici che spetta solo al Sindaco”.

Tuttavia la questione potrebbe tornare con prepotenza all’indomani del voto di fine mese, quando si analizzerà anche il risultato del PDL.

Continua a mietere consensi e adesioni il Movimento Regione Salento che da oggi potrà contare  sul Consigliere comunale di Copertino, Marco Castrignanò, che ha aderito al M.R.S.

Nel frattempo il Partito Democratico porta avanti le iniziative elettorali. Domenica ‘Cento piazze per il PD‘, gazebo a sostegno di Bersani nelle piazze della provincia, dove sono presenti Circoli Democratici.