Rubano il ‘capasone’ dell’Assessore, doppio arresto

capasa

SAN DONACI (BR)  –   I ladri, ai tempi della crisi, si buttano sui ‘capasoni’. E la scorsa notte, beccati con le mani nel vaso, sono stati due uomini di San Donaci. Il 52enne, Cosimo Malerba e il 40enne Francesco Dimitri,finiscono infatti in carcere per furto aggravato, in flagranza di reato.

Il derubato, notizia nella notizia, è il 36enne Antonio ‘Uccio’ Matteo, Assessore ai Servizi sociali di S.Donaci e proprietario di alcune giare in terracotta esposte con orgoglio nel giardino della sua villetta.

Un’occasione ghiotta per i ladri, dato che, confermano le forze dell’ordine, il furto di questi antichi vasi, simbolo della cultura contadina del Salento, è in ascesa, proprio come il florido mercato nero che, soprattutto al nord, consente di rivendere questi oggetti a prezzi da capogiro.

E così, Malerba e Dimitri, nella notte, si sono intrufolati nel giardino dell’Assessore e, con non poche difficoltà, hanno caricato sulla propria auto il prezioso vaso. Tutto, però, sotto l’occhio vigile dei militari che, dopo essersi gustati la scena, hanno seguito senza farsi notare i due ‘appassionati di vasi’ sino alla loro abitazione.

Lì, i due sono stati quindi sorpresi dai militari della locale stazione che, in seguito ai controlli sulla targa di Malerba, hanno anche denunciato quest’ultimo per violazione di sigilli. Il mezzo, utilizzato nel corso del furto, è infatti risultato essere sottoposta a fermo amministrativo.

E così, mentre la coppia finiva in una cella del carcere di Brindisi, a disposizione del PM di turno, la preziosa giara è stata restituita al legittimo proprietario che, al momento del furto, dormiva tranquillo. Inconsapevole di avere in giardino un vero e proprio tesoro.