Corsi-truffa in sanità, la denuncia del MAB

corsi istituto 'S.Elisabetta'

BRINDISI  –  Corsi truffa nell’ambito della sanità. Il MAB di Brindisi scoperchia il pentolone, sollevando dubbi su corsi di formazione non autorizzati. E’ il caso degli operatori sociosanitari, una figura per la quale, in Puglia, ha esclusiva competenza la Regione.

Eppure, da marzo a novembre 2012, diversi cittadini della provincia di Brindisi hanno frequentato dei corsi a pagamento organizzati da un ente privato dell’Emilia Romagna, la ‘Santa Elisabetta’, che potrebbe erogare il servizio solo nel suo ambito territoriale.

Le lezioni si sono svolte in strutture sanitarie e non, nei Comuni di S.Pancrazio Salentino, Ceglie Messapica,Torre S.Susanna e Brindisi.

Circa 3.000 € a testa per 1.000 ore di formazione, prima di superare l’esame finale a Bologna e ottenere un attestato che, in realtà, certificherebbe ben poco.

A dirlo è Angelo Minghetti, presidente della federazione nazionale MIGEP che si occupa delle professioni infermieristiche e tecniche: in una nota dello scorso luglio, il MIGEP specifica di non aver mai autorizzato in Puglia alcun ente alla formazione OSS con esame in Emilia Romagna.

I corsi, non avendo una formale autorizzazione della Regione, hanno quindi validità pari a zero. Basti dare un occhiata all’attestato rilasciato a una corsista di S.Pietro Vernotico, che come si legge in calce, non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi.

Questo invece è l’attestato di qualifica professionale rilasciato dalla Regione Puglia che solo a fine novembre, ha pubblicato il bando per i nuovi corsi per operatori sociosanitari. Ma c’è di più. La stessa provincia di Brindisi a inizio 2012, attraverso una nota del dirigente dell’Ufficio Formazione, metteva in guardia sulle truffe del settore, specificando che in Puglia non possono essere riconosciuti dagli uffici regionali corsi per OSS a pagamento.

Difatti la Regione avvia questi corsi grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo. Anche la Regione Emilia Romagna è intervenuta in seguito alle segnalazioni del MIGEP, specificando che gli attestati rilasciati dall’istituto privato non sono equiparabili alla qualifica di OSS e non sono spendibili all’interno dei servizi o per la partecipazione a concorsi pubblici.

Documenti che il MAB ha raccolto scrupolosamente ed è proprio il movimento, attraverso il Presidente Oronzo Micelli. a lanciare l’allarme, perchè i corsi-truffa presto potrebbero arrivare anche in provincia di Lecce.

Commenti

  1. antonella scrive:

    io o preso l’attestato oss con la scuola bioes di gallipoli con l’ente cesvip di parma è ho dato le same a parma vorrei sapere sè valido….

  2. mary scrive:

    ho fraquentato il corso oss,convenzionato dalla CESVIP di parma. il corso di 1000 ore è stato svolto presso la scuola bios di gallipoli….avra validità in tutta italia come mi hanno detto????? in attesa di risposta…cordiali saluti.

  3. anto scrive:

    salve,anch’io ho frequentato il corso oss della CESVIP di parma,frequentando le lezioni in gallipoli presso la scuola BIOES…gli esami sono stati sostenuti a parma…la mia qualifica sarà validà??

  4. Orlando scrive:

    Salve sono un ragazzo della Provincia di lecce, nel luglio 2012 ho conseguito la qualifica di Oss con una scuola privata di Gallipoli che aveva una convenzione con una scuola di formazione privata Cesvip di Parma. Mi sapete dare delle notizie inerenti a questa scuola e se il mio attestato e’ valido?

  5. SABINO scrive:

    I CORSI PURE SE SONO A PAGAMENTO …SE TUTTO IL PERCORSO DI FORMAZIONE VIENE FATTO NELLA REGIONED OVE RILASCIA L’AUTORIZZAZZIONE …LA DETERMINA …NUMERO ECCC…IN UN ENTE ACCREDITATO DELLA STESSA REGIONE . MA NON IN AKTRA REGIONE….ALTRIMENTI SECONDO VOI COME FANNO I CONTROLLI.L’ATTESTATO HA VALIDUTA’AL 100%X CENTO SE SI RISPETTANO STE COSE

  6. Antonio scrive:

    Per non creare falsi allarmismi, ci terrei a fare chiarezza su un paio di aspetti.
    Dal 1 gennaio 2012 le Amministrazioni pubbliche non possono più richiedere né accettare certificati da cittadini e imprese, ai sensi l’art. 43 del D.P.R. n.445 del 2000.
    Quindi in virtù delle norme entrate in vigore, oggetto della Direttiva del Ministero della Pubblica Amministrazione e la semplificazione n.14 del 22 dicembre 2011, su tutti i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione, dal 1 gennaio 2012 deve essere apposta per legge, pena la nullità dell’atto la dicitura “IL PRESENTE CERTIFICATO NON PUÒ ESSERE PRODOTTO AGLI ORGANI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE OD AI PRIVATI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI”. Perciò da questa data in poi tale dicitura la troveremo su TUTTI i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione, ad esempio diplomi di scuola superiore, di qualifica, ecc.
    Altra precisazione importante, la Qualifica OSS ottenuta tramite il Servizio apposito della Regione Emilia Romagna e autorizzato con atto pubblico con numero di determina ben definito, HA VALORE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE ai sensi della L.R. 12/2003 e dell’Accordo Conferenza Stato Regioni sancito in data 22 febbraio 2001 sul profilo dell’Operatore Socio Sanitario, così come anche riportato nel loro sito istituzionale.
    Quindi coloro che hanno conseguito tale titolo a seguito di esame ufficiale autorizzato con apposita determina della Regione Emilia Romagna (anche a seguito di corsi privati svolti in partenariato) possono stare tranquilli perché è certo che il loro certificato SIA VALIDO A LIVELLO NAZIONALE ED EUROPEO NEL PUBBLICO E NEL PRIVATO IN QUANTO RILASCIATO DA UN ENTE PUBBLICO.

    1. Damiano scrive:

      Il migep stà solo creando casini in tutta Italia creando allarmismi e forzando il sistema dell’Emilia Romagna affinchè non rilasci piu’ qualifiche secondo il sistema SRFC. (vorrebbero che tutto partisse dal loro giardino)
      Peccato che molti utenti lo seguono e si mordono la coda.

  7. angelo scrive:

    comunicato urgente dare la massima informazione ” attenzione ai corsi oss non autorizzati con esami in emilia ” http://www.migep.it/doc//2013/attenzione%20ai%20corsi%20oss%20non%20autorizzati.pdf

  8. angelo scrive:

    dare la massima informazione grazie

    lettera inviata alle regioni … richiesta validità delle certificazioni SRFC OSS rilasciati dalla regione emilia romagna ai sensi della legge quadro 845/78
    http://www.migep.it/doc//2013/richiesta%20chiarimenti%20sulla%20formazione%20SFRC.doc

  9. emanuele scrive:

    Ho frequentato il corso oss presso la bioes di tricase, convenzionato dalla futura, vorrei sapere se è valido per accedere ai concorsi?

  10. emanuele scrive:

    attendo una risposta

  11. […] stato smascherati da quest’articolo. Leggi qui. Il nostro Stefano Menga ci aggiunge altri particolari… clicca […]

  12. […] Corsi truffa nell’ambito della sanità. Il MAB di Brindisi scoperchia il pentolone, sollevando dubbi su corsi di formazione non autorizzati. E’ il caso degli operatori sociosanitari, una figura per la quale, in Puglia, ha esclusiva competenza la Regione. Clicca qui. […]

  13. daniel scrive:

    Attenzione che i corsi della Sant’Elusabetta, si espande anche fino in Campagna… di cui in Grottaminarda e Lacedonia prov. di Avelino