Auto ASL per uso privato? Mellone garantista con riserva

Valdo Mellone

LECCE  –  Garantista, ma con riserva. Il Direttore generale della ASL, Valdo Mellone, difende la buona fede del suo secondo, Ottavio Narracci, dopo la notizia di un presunto utilizzo indebito dell’auto di servizio, per scopi personali.

È in attesa di ricevere la memoria in cui il Direttore sanitario ha promesso di dare spiegazione per ogni viaggio effettuato dal giorno del suo insediamento.

Solo per i fogli di viaggio ormai divenuti di dominio pubblico, si contano 3.142 km.

Tragitto più frequente quello tra Lecce e Fasano, comune di residenza di Narracci, itinerario ripetuto non di rado anche due volte nello stesso giorno, per accompagnare il Direttore da casa all’ufficio.

Il tutto contenuto in un esposto anonimo giunto anche in Procura e su cui ora il Procuratore Aggiunto Ennio Cillo dovrà valutare l’apertura di un fascicolo o la sua possibile archiviazione. Durante l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario, Mellone è chiaro.

Tuttavia, non manca la perplessità.

Il regolamento aziendale vieta espressamente l’uso dell’autovettura aziendale per scopi personali. Anche per quella di rappresentanza. Tantomeno è previsto dal contratto dei componenti della Direzione strategica, che è onnicomprensivo.

 

 

Commenti

  1. luca scrive:

    Dr Mellone,paladino della legalita’,meglio se quella altrui,lei non si accorgeva che la mattina e il pomeriggio mancava l’autista e l’autovettura? O è distratto e non ci credo o è colluso e ci credo.Nelle presunte motivazioni che il dr Narracci le produrra’ saremo curiosi di sapere se quotidianamente c’era un impegno istituzionale a Fasano o a Torre a Mare(nella stagione estiva)e allorquando fosse vero ho il dubbio che lei delegasse l’autista a presenziare, perché il viaggio di andata lo faceva da solo.Di arrampicate sugli specchi ne abbiamo viste tante ma questa la vedo dura!