Troppe cause penali: a Palazzo Carafa arriva un nuovo consulente

Palazzo Carafa

LECCE  –  Troppi procedimenti penali a Palazzo Carafa, troppi che vedono l’Amministrazione comunale parte offesa, per questo arriva un nuovo consulente con lo specifico compito di studiare la controffensiva e ottenere il risarcimento danni.

Si tratta dell’Avvocato Tiziana Bello, risultate la vincitrice della selezione pubblica indetta dal Settore Avvocatura.

L’incarico è di collaborazione e consulenza in materia penale per la durata di 24 mesi, come si legge nella determina pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune di Lecce.

L’Avvocato andrà a rimpolpare gli uffici legali di Palazzo Carafa, che avevano delle carenze in materia penale come puntualizza l’Assessore al ramo, Gigi Coclite.

A questo nuovo consulente il Comune di Lecce corrisponderà €. 45.360,00 al lordo di IVA, pari a €.1.890,00  mensili, sempre al lordo di qualsiasi onere.

L’Avvocato, come si legge negli atti, è impegnata  a svolgere un incarico di collaborazione e consulenza che assicuri in relazione ai numerosi procedimenti penali nei quali l’A.C. è parte offesa, l’attuazione degli strumenti e delle modalità idonee alla difesa dell’Amministrazione, perseguendo l’obiettivo di tutelare l’interesse pubblico e di conseguire, al contempo, attraverso la costituzione di parte civile negli instaurandi giudizi, il risarcimento dei danni.

Il consulente, come si legge nel contratto, svolgerà la sua attività  sotto il coordinamento del Dirigente o suo delegato ma senza vincoli di subordinazione e senza inserimento nell’attività organizzativa dell’Amministrazione Comunale, senza obblighi di osservanza di orari di ufficio, ma con l’impegno di assicurare la propria presenza presso la sede comunale in relazione alle esigenze di ufficio, secondo le modalità da concordarsi.

“Avevamo l’esigenza di coprire un ruolo che il nostro Settore Avvocatura non ha-  chiarisce l’Assessore con delega al contenzioso, Gigi Coclite – . Avevamo bisogno di un esperto in materia penale. Questa è la conclusione di un percorso avviato con un bando pubblico e che ha visto l’Avvocato Bello rispondere a specifici criteri selettivi”.