Bufera Università: Margiotta e De Pascalis domani davanti al PM

Università del Salento

LECCE  –  Sfileranno nelle prossime ore in Procura, Tiziano Margiotta e Manfredi De Pascalis. I due rappresentanti del personale tecnico-amministrativo rispettivamente in Senato Accademico e nel CdA, il primo della UIL, il secondo della CGIL,  saranno ascoltati come presunte parti offese, dal Sostituto Paola Guglielmi che, insieme con il Procuratore Cataldo Motta, detiene gli oltre 10 fascicoli d’indagine sull’Ateneo salentino.

Le innumerevoli registrazioni che hanno consegnato agli inquirenti sono state tutte trascritte dall’Ingegnere Luigina Quarta.

La sua consulenza è già sulla scrivania dei Magistrati. A breve, l’Ingegnere effettuerà un accesso nei computer dell’Università dove quelle registrazioni che hanno messo nei guai l’ex Direttore Generale Emilio Miccolis, gettando numerose ombre sulla sua gestione dell’Università, erano state conservate al fine di escludere che i file siano stati in qualche modo manipolati.

Dopo l’esposto anonimo giunto nei giorni scorsi in Procura, che ha scaricato ulteriori ombre sui rapporti fra il Rettore Domenico Laforgia e l’ex Direttore Generale, i due fascicoli che riguardano quest’ultimo sono stati riuniti.

Le accuse formulate nei suoi confronti sono sempre le stesse: violenza privata e abuso d’ufficio. Ma i Magistrati stanno valutando la possibilità di modificarle. Certamente, in questo senso, sarà  fondamentale l’ascolto dei sindacalisti, principali accusatori di Miccolis.