Abusivismo a Porto Cesareo, ‘Legambiente’ parte civile

Porto Cesareo

PORTO CESAREO (LE)  –  Abusivismo edilizio a Porto Cesareo, ‘Legambiente Puglia’ chiederà la costituzione di parte civile. Lo annunciano Francesco Tarantini e Luigi Aquaro, rispettivamente presidente di ‘Legambiente Puglia’ e Presidente del Circolo di Porto Cesareo, commentando la notizia del sequestro da parte della Guardia di Finanza del lotto di un hotel abusivo da 100 posti-letto costruito a Porto Cesareo, in località Torre Lapillo.

Stando alla classifica dell’illegalità nel ciclo del cemento del ‘Rapporto Ecomafia 2012′, la Puglia risulta essere terza con 683 infrazioni accertate.

Nella ‘top ten’ delle province italiane per il mattone illegale, quella di Lecce sale al 5° posto. Dati poco confortanti che spingono Legambiente Puglia – concludono Tarantini e Aquaro – a costituirsi domani in occasione dell’apertura del processo contro la società imputata per la lottizzazione abusiva nel villaggio ‘Puntagrossa’.