Sfila portafogli ai clienti, preso falso imprenditore

Questura Taranto

TARANTO  –  Furto aggravato, continuato, ricettazione e sostituzione di persona, sono le accuse per un 47enne tarantino denunciato in stato di libertà. L’uomo è stato incastrato dagli uomini della Squadra Mobile dopo tre denunce arrivate in Questura.

Tre denunce da parte di altrettanti professionisti caduti nella rete dell’imbroglione.

Un piano perfetto il suo. Si presentava negli uffici delle vittime e si fingeva imprenditore e durante i colloqui con i suoi clienti con mosse repentine, approfittando di brevi momenti di distrazione, rubava loro i portafogli.

Dopo il furto, puntualmente, il falso imprenditore ma un vero professionista in materia di furto, utilizzava le tessere bancomat e carte di credito, trovate nei portamonete. L’uomo ha prelevato grosse somme di denaro facendo acquisti per un valore stimato in circa 2.000 €.

L’ultimo acquisto, un tablet, ha permesso agli investigatori di individuare chi lo avesse attivato e di arrivare così alla sua identità.