Curarsi è un diritto di tutti

Paolo Pagliaro

Il Diritto di curarsi è garantito dal posizionamento geografico. Se risiedi nel Nord della Puglia non c’è spesa che non vada mantenuta, se sei un cittadino del Salento subisci tagli di ogni genere e cure a corrente alternata. Finalmente anche i politici della provincia di Lecce,e speriamo presto di Taranto e Brindisi, si sono accorti della grande discriminazione che subiamo.

Noi lo denunciamo da anni, ma i nostri rappresentanti istituzionali se ne accorgono solo ora forse perchè inizia la campagna elettorale. Posti letto tagliati, reparti scomparsi, ospedali defraudati, personale insufficiente, cure inadeguate leggono il sacrosanto diritto alla salute.

Ogni scelta fatta dalla Regione Puglia non è stata supportata da una concertazione mai voluta con Sindaci ed Amministratori territoriali. Taglio indiscriminato di ogni cosa per le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Garanzie di ogni tipo per i residenti di Bari, Foggia e Bat. Fortunati questi ultimi, emarginati gli altri.

 L’odissea del sud della Puglia inizia dal primo contatto con gli ospedali: pronto soccorsi che scoppiano e reparti che non riescono a garantire cure immediate e certe, malgrado l’abnegazione del personale sempre più insufficiente numericamente rispetto al resto del nostro territorio regionale.

L’unico dato certo purtroppo, è che Terlizzi – il paese del ‘Pifferaio’ –  è garantita e noi sempre più bastonati per quel diritto costituzionalmente sancito, ma non tutelato da Vendola e soci.

Paolo Pagliaro

Coord. Reg. Puglia MIR

Candidato alla Camera dei Deputati