Lecce: è boom di multe, ma calano i ricorsi

Donato Zacheo

LECCE  –  Un plotone accoglie le autorità, a fare gli onori di casa è il Comandante Donato Zacheo. Oggi è un giorno particolare per il corpo della Polizia Municipale. La ricorrenza è quella di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani.

E il momento liturgico celebrato da Monsignor Domenico D’Ambrosio, alla presenza delle autorità politiche ed istituzionali, è soprattutto occasione per tracciare un bilancio di un anno di attività.

Un anno in cui la Polizia Municipale è cresciuta, specializzandosi anche nella tutela del cittadino e i blitz degli ultimi giorni rappresentano solo l’inizio di un nuovo percorso che non trascurerà la disciplina del traffico.

I numeri parlano chiaro. Quasi 18.000 punti decurtati dalla patenti automobilistiche, oltre 91.000 verbali elevati, di cui 18.000 per violazione delle ZTL. Il popolo degli automobilisti è ancora indisciplinato e la tendenza a passare col semaforo rosso è una cattiva pratica ben diffusa, quasi 7.000 multe sono state elevate per violazione dell’articolo 146, ossia transito col semaforo rosso.

Con l’aumento delle sanzioni non si registra un aumento dei ricorsi che al contrario, sono diminuiti del 30% rispetto all’anno precedente. I multati dunque pagano il verbale.

Un lavoro che la Polizia Municipale svolge con rigore, serietà e professionalità, nonostante la carenza di organico. Sul concorso per Vigili Urbani a Lecce, il Comandante Zacheo annuncia novità.