PDL: Nessa salvo Ingroia, Brigati resta a terra

pdl

TARANTO  –   Altro giro per Lino Nessa. Il senatore uscente di Martina Franca sarebbe   riuscito a spuntare, anche  stavolta, un posto sicuro  nelle liste del PDL, al Senato. La notizia è  blindatissima, ma i  ben informati parlano  di un entourage del Senatore che va in giro col sorriso  stampato in faccia.

Nel duello Nessa-Chiarelli,  dunque, la spunta il Senatore uscente. Tre legislature – incomplete – alle spalle.   E meno di 65  anni. Ma soprattutto la patente  maturata di fedelissimo e lo sponsor di Renato Schifani.

Questi, in sostanza, i requisiti, che  avrebbero  portato alla ricandidatura di Lino Nessa. Resterebbero  a terra quindi  i Consiglieri regionale Chiarelli e  pure Lospinuso, che per ordini di scuderia, se vorrà  candidarsi dovrà  farlo all’interno della lista Meloni, Crosetto, Larussa.

Intanto nel partito di Ingroia  resta a terra  il delegato  della FIOM e operaio ilva   Ciccio Brigati, fino  a ieri dato  come candidato al 2° posto alla  Camera dei Deputati.  Stando a indiscrezioni, la candidatura non sarebbe piaciuta al mondo ambientalista.

Entra in lista, ma in posizione non utile,  Dante Capriulo.