Strage ‘Morvillo-Falcone’, domani killer a processo

attentato al morvillo-falcone

BRINDISI  –  A giudizio a Brindisi. Ma senza brindisini. Mancano poche ore all’inizio del processo a carico del reo confesso attentatore Giovanni Vantaggiato, il killer della Scuola ‘Morvillo-Falcone’ di Brindisi, il killer del 19 maggio scorso, il killer di Melissa Bassi.

Prima udienza, fissata al Tribunale di Brindisi senza però, adriatici.

Dibattimento poco complesso, secondo il Capo della DDA Cataldo Motta, che sosterrà personalmente l’accusa al fianco del PM Guglielmo Cataldi.

L’ultimo atto dell’inchiesta a firma di Milto De Nozza resterà, quindi, il decreto di citazione diretta a giudizio del killer. Ultimo atto anche di quella che, nonostante le smentite poco appassionate dei diretti interessati, sembra uno scontro tra Procure in piena regola.

Da un lato la DDA di Lecce, dall’altro la Procura di Brindisi. E sarà, per dirla alla Motta, pure un dibattimento poco complesso, ma resta il fatto che le accuse, pesanti, restano quelle. Reato di strage aggravato però, proprio secondo la DDA, dall’aggravante della finalità terroristica.

Vantaggiato, secondo i suoi legali, sarà della partita in prima persona. Dimagrito, incredibilmente dimagrito. 40 chili, si dice. In forma ‘lager’, per sua volontà. Per arrivare al processo mezzo vivo e mezzo morto, come si evince da una conversazione con la moglie intercettata in carcere.

Qualunque sia il fine della strategia, domani, alle 9.30, Vantaggiato sarà della partita. Forse. Perché le voci che vogliono l’uomo di Copertino lontano dall’aula circolano nell’ambiente. Ci sarà, invece, la perizia depositata dal Criminologo Francesco Bruno che sostiene l’incapacità di intendere e di volere dello stragista. Ci saranno anche i genitori di Melissa, Massimo e Anna Rita, pronti a guardare negli occhi il killer della loro Melissa.

Ci sarà, probabilmente, una gran folla. Dentro e fuori l’aula. Dentro, giornalisti, operatori, fotografi. Fuori, cittadini, curiosi, vittime. Tutti colpiti, in un modo o in un altro, dal processo poco complesso. Sarà anche così, ma forse, per un motivo o per un altro, anche no.