Teste non si presenta in aula, multa per l’amica di Sabrina

Tribunale

TARANTOUna testimone del processo per l’omicidio della 15enne Sarah Scazzi, Liala Nigro che pur convocata regolarmente, non si è presentata in diverse occasioni davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Taranto, potrebbe essere sentita in videoconferenza dalla Polonia, se non dovesse aderire alla convocazione del prossimo 29 gennaio.

E’ quanto ha comunicato oggi, in apertura della 36^ udienza, la Presidente della Corte, Rina Triunfio.

Quest’ultima ha annunciato che alla teste, citata dalla difesa, verrà comminata una ammenda di 500 euro per la mancata comparizione, senza aver addotto giustificazioni, all’udienza dell’8 gennaio. Inoltre, la Presidente Triunfio ha rigettato la richiesta della Procura di rinunciare all’utilizzo di questa testimonianza.

Nigro, considerata la migliore amica di Sabrina Misseri, una delle due principali imputate, verrà convocata per mezzo di una notifica dei Carabinieri presso la sua abitazione di Avetrana. Se anche il 29 gennaio non dovesse presentarsi in aula il Tribunale chiederà l’assistenza giudiziaria dell’Autorità polacca per poterla sentire in videoconferenza il 26 febbraio da Varsavia.

La giovane si trova in Polonia per il progetto ‘Erasmus’.