Deragliamento mortale, scarcerato l’autista

Ionut Cociabab

LECCE E’ stato scarcerato per disposizione del Tribunale del Riesame di Lecce, Ionut Cociabab, il romeno di 26 anni che era alla guida del tir che il 24 settembre scorso provocò un incidente ferroviario all’altezza di un passaggio a livello a Cisternino.

Nello schianto tra il mezzo pesante e il Freccia Argento 9351 Roma-Lecce perse la vita il macchinista Giuseppe Campanella, 50 anni, di Acquaviva Delle Fonti.

Numerose persone rimasero ferite. I Giudici del Tribunale della Libertà  – Presidente Silvio Piccinno – hanno accolto il ricorso della difesa dell’autista, rappresentata dall‘Avv. Giuseppe Tanzarella: ha pesato il fatto che il giovane autotrasportatore non abbia precedenti penali, oltre alla non sussistenza del pericolo di reiterazione del reato.

Prima di Natale, il GIP Giuseppe Licci aveva accolto la richiesta di rito immediato formulata dal PM Pierpaolo Montinaro.

Due i capi di imputazione: disastro ferroviario e omicidio colposo.