Taranto, in Campania squadra vincente non si cambia

taranto calcio

TARANTO  –  L’ex Campania partirà dalla panchina col Gladiator: 4-4-2 verso la conferma. L’arrivo di ‘Bruno’ non cambia il Taranto. Almeno per ora. L’inserimento di El Ouazni, ultimo arrivato in casa Taranto, sarà graduale, anche in ossequio alla regola degli under che impone scelte certe e ponderate.

La gara col Trani, nonostante il non elevato tasso tecnico, sembra aver stabilito un minimo di gerarchie: Molinari e Gatto sembrano fatti l’uno per l’altro e non c’è alcun motivo di cambiare.

Certo, bisognerà vedere la coppia all’opera con un avversario meno modesto, e in questo senso le prossime 3  gare con Gladiator, Foggia e Bisceglie ci aiuteranno a capire che futuro hanno l’argentino e il tarantino di continuare a giocare in coppia.

A Santa Maria Capua Vetere, Bruno El Ouazni dovrebbe cominciare dalla panchina, per essere utilizzato a gara in corso. E il modulo? La perdurante assenza di Massimo Fumai dovrebbe rimandare a data da destinarsi il 4-2-3-1, col 4-4-2 che rimane ancora in pole position. E rispetto a domenica scorsa, Giacomo Pettinicchio ha una freccia in più nel suo arco: Ermanno Cordua, tornato dalla squalifica.