I grandi partiti ignorano Brindisi? Non per Consales

BRINDISI  –  Brindisi capoluogo orfana di rappresentanti in vista delle prossime elezioni politiche. Lo dice la carta di identità dei candidati, tra papabili e ufficiali, inseriti nelle liste dei grandi partiti. Certo, ci sono Nicola Di Donna per la Destra e l’ex Confesercenti Tony D’Amore, candidato alla Camera nel MIR.

Ma i big della politica, tra PDL, PD, UDC, FLI e IDV, hanno letteralmente ignorato gli esponenti politici del capoluogo, preferendo pescare in provincia.

Francavilla la fa da padrone, con il trio Vitali, Curto e Ferrarese, senza dimenticare lo stesso Tomaselli, nato nella ‘città degli Imperiali’ ma da anni residente ad Ostuni e che per il Sindaco Mimmo Consales, rappresenta un candidato valido anche per il capoluogo. D’altronde, l’esito delle Primarie lo ha confermato.

Le Primarie, già. Dove però  anche lì, i candidati brindisini non si son visti.

Insomma, per il Sindaco nessun problema. Brindisi, in un modo o in un altro c’è. Con suoi rappresentanti. Non di proprietà magari ma, almeno per quanto riguarda il PD, presi in affitto in altri vivai sparsi per la provincia.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*