Caso Laudati-Scelsi, cadono alcune accuse

Tribunale-Lecce

LECCE –  Il GIP di Lecce Vincenzo Brancato ha disposto l’archiviazione di una una parte dell’inchiesta sul Procuratore Capo di Bari, Antonio Laudati, e i due Sostituti Giuseppe Scelsi – oggi in servizio alla Procura generale – e Desirée Digeronimo.

La richiesta di archiviazione era stata avanzata dal Procuratore di Lecce Cataldo Motta e dall’Aggiunto Antonio De Donno per alcuni dei capi d’imputazione relativi ai presunti illeciti commessi nella gestione delle indagini baresi sulle escort portate da Giampaolo Tarantini a Palazzo Grazioli e di altre indagini sulla sanità pugliese.

Riguarda solo alcuni degli episodi contestati. Per altri la Procura leccese ha già disposto la conclusione delle indagini preliminari a carico di Laudati e Scelsi – al primo vengono contestati i reati di abuso d’ufficio e favoreggiamento personale e al secondo il reato di abuso d’ufficio – e di quattro giornalisti e due Direttori di testate accusati di diffamazione.