Siglato patto federativo tra MIR e MRS

Samorì-Pagliaro

Un patto d’onore tra uomini liberi” così il Presidente del Movimento Regione Salento Paolo Pagliaro ha commentato l’accordo siglato a Roma tra MRS e MIR, il partito dei Moderati in Rivoluzione guidato dal Presidente Gianpiero Samorì.

Il Movimento Regione Salento dunque sosterrà MIR – Moderati in Rivoluzione alle prossime elezioni politiche 2013 e avrà l’opportunità di avere un proprio rappresentante in Parlamento.

L’adesione è stata annunciata dal Presidente di MRS Paolo Pagliaro a seguito di un una serie di incontri avvenuti a Roma negli ultimi giorni. Nelle ultime ore Samorì e Pagliaro hanno sottoscritto un accordo politico elettorale, sotto forma di Patto federativo, tra Movimento Regione Salento e Moderati in Rivoluzione.

L’accordo – ha affermato il Presidente di MRS Paolo Pagliaro – si fonda sul comune sentire ideale e politico e poggia le sue basi sul bisogno di rilanciare la partecipazione popolare per un nuovo protagonismo democratico, con particolare attenzione alle peculiarità territoriali dell’intero panorama italiano”.

Quella tra MRS e MIR è un’alleanza elettorale mirata al raggiungimento di molteplici obiettivi programmatici inseriti nell’ambito di una maggiore e variegata rappresentatività politica che guardi alla società civile, puntando ad una riforma dell’architettura istituzionale a partire dall’alleggerimento della macchina burocratica e dallo snellimento dell’attività amministrativa nei sottolivelli del governo della cosa pubblica.

Tutto ciò a partire da una riforma del regionalismo, che consenta una revisione non solo del numero delle attuali Regioni ma anche dei loro confini, secondo logiche di coerenza territoriale, prossimità amministrativa e identità culturale.

MRS e MIR guardano ad un Neoregionalismo di prospettiva europea e di respiro modernista che sottragga i territori all’abbandono governativo, che limiti la centralizzazione e che sovverta le logiche della cattiva politica con le buone prassi della gestione ‘del buon padre di famiglia’.

Un sodalizio fattivo e una ricercata unità d’intenti che possano muovere nel solco della discontinuità da una classe politica che non ha saputo assecondare le sfide della modernità e che vuole contrastare la sclerotizzazione della classe politica puntando su figure nuove, espressione del panorama produttivo e del mondo delle professioni o di qualsivoglia altro settore lavorativo, purché portatrici dei valori di rinnovamento e meritocrazia che devono animare lo spirito rivoluzionario dell’accordo in oggetto.

MRS accoglie con estrema soddisfazione il segnale di apertura dimostrato da MIR che ha valutato con attenzione la sua potenzialità. Il patto federativo fornirà nuova linfa per la crescita e il rafforzamento di una nuova cittadinanza e di una sensibilità politica risorgente permetterà al Salento di avere un suo rappresentante in Parlamento.

Ufficio Stampa

Movimento Regione Salento