Resta ai domiciliari il ladro di oggetti sacri

tribunale

LECCE – E’ rimasto in silenzio davanti al GIP Annalisa De Benedictis il ladro di oggetti sacri, pizzicato in Chiesa con la refurtiva domenica a Taviano. Era appena terminata la Santa Messa nella  Chiesa dell’Addolorata.

Mentre i fedeli uscivano, un Carabiniere della Stazione di Salve, libero dal servizio si è accorto che un uomo entrava, prendeva un calice ed una pisside in argento risalenti al ‘600 ed una brocca, nascondeva tutto nel cappotto e si apprestava a guadagnare l’uscita.

Bloccato dal Carabiniere che nel frattempo aveva chiamato i colleghi della locale stazione, è stato arrestato Enrico Luca Santoro.

Il Giudice ha quindi convalidato l’arresto ai domiciliari dell’uomo che poco prima dell’ingresso in Chiesa, aveva anche tentato di rapinare una giovane donna minacciandola di morte, ma la pronta reazione della vittima, l’aveva messo in fuga.