Il Consiglio di Nardò dice ‘no’ alle trivellazioni

trivelle

NARDO’ (LE)  –  Nardò sottoscrive il suo ‘no’ alle trivelle. La Commissione Ambiente ha deliberato  unanimemente il suo dissenso al progetto della  Shell Italia nello Jonio. L’obiettivo è fare fronte unico con i territori interessati, i Comuni di tutto l’arco occidentale, da  Porto Cesareo a Leuca.

“Anche lo Jonio, protetto fino allo scorso anno da ogni attività petrolifera – dicono da Nardò – è interessato oggi da 7 richieste per la ricerca di petrolio per un totale di 3.942 kmq, dopo che il recepimento delle direttive europee sulla tutela penale dell’ambiente e sull’inquinamento delle navi, a luglio 2011, ha riaperto alle trivelle l’area del Golfo di Taranto”.