Bufera Università, De Pascalis e Margiotta chiedono diritto di difesa

Ateneo di Lecce

LECCE  –  Invocano il diritto di difesa, chiedendo copia del verbale e la registrazione della seduta del CdA dell’Università dello scorso 23 ottobre: la richiesta è di Manfedi De Pascalis e Tiziano Margiotta, i dipendenti dell’Ateneo che hanno sollevato la bufera giudiziaria, denunciando pressioni e minacce ricevute dall’ex Direttore generale Emilio Miccolis.

I due scrivono all’attuale Direttore Claudia De Giorgi. Si riferiscono alla seduta del CdA in cui si valutava “l’opportunità di avviare eventuali provvedimenti disciplinari” nei loro confronti, in riferimento al fatto che avessero registrato delle conversazioni con Miccolis.

De Pascalis e Margiotta chiedono copia del verbale, considerato che dall’estratto in loro possesso si evincono “le ragioni indicate in premessa. E tanto per poter tutelare la propria reputazione nelle idonee sedi giudiziarie.

“Si chiede, infine, di sapere – si legge nella lettera – quali iniziative intenda adottare per porre rimedio all’evidente erroneità e censurabilità della citata deliberazione del CdA che risulta lesiva dell’onorabilità e della reputazione degli scriventi” e ancora chiedono una risposta con urgenza per l’imminente scadenza dei termini per eventuali azioni legali.